+39 0376 262366

Via Cremona, 29
46100 Mantova, Italia.

triangle
Rassegna stampa

Rassegna stampa

Rassegna stampa del 22 settembre 2005

Giovedì 22 settembre 2005

 

 

 
 


Grandissima affermazione della squadra di tennis del Cad-Bam che si è laureata campione italiano di categoria vincendo il campionato nazionale bancari che si è svolto dal 2 al 9 settembre scorso in Tunisia ad El Kebir. La squadra virgiliana composta da Marzio Storti (capitano), Massimo Mariani, Paolo Pollastri, Maurizio Alberti, Dario Andrea, Paron Stefano, Bruno Bertolino, Davide Toldi e Barbara Storti ha dominato la competizione, vincendo ben 22 dei 25 incontri disputati. I biancorossi hanno battuto, nel girone eliminatorio, una dopo l’altra, la Banca Popolare dell’Emilia Romagna per 5-0, la Banca Toscana per 5-0, la Deutsche Bank per 5-0 e, a risultato ormai acquisito, la Banca Mps per 3-2. La finalissima, disputata contro i cugini di Banca Mps, ha visto la netta superiorità dei mantovani che hanno battuto i rivali per 4-1. Grandissima soddisfazione quindi per la squadra del Cad-Bam che dopo il 3º posto del 2003 ed il 2º del 2004, ha coronato il cammino laureandosi campione nazionale bancari 2005. Da sottolineare la grande compattezza della squadra virgiliana che basa la propria forza su di un gruppo ben amalgamato di veri amici ancora prima che di ottimi giocatori, caratteristica questa che sta alla base dei ripetuti successi ottenuti dal team negli ultimi anni. Soddisfazione quindi all’interno del Cad-Bam, per l’ennesima grande affermazione della squadra di tennis, che va ad aggiungersi alla vittoria anche della squadra di calcio nel campionato nazionale svoltosi in giugno in Sardegna. Marzio Storti responsabile delle attività sportive e Francesco Benedusi presidente del Cad Bam, archiviati questi grandi successi, si stanno già preparando, con l’aiuto di mister Marco Dalmaschio, per la trasferta a Siena della squadra di calcio dove l’1 ed il 2 ottobre, nel Torneo fra tutte le banche del gruppo Mps, cercheranno di difendere le vittorie ottenute nelle due precedenti edizioni.

Giuseppe Sabbadini