+39 0376 262366

Via Cremona, 29
46100 Mantova, Italia.

triangle
Rassegna stampa

Rassegna stampa

Rassegna stampa del 22 dicembre 2013

Domenica 22 dicembre 2013

 

di Giuseppe Sabbadini

MANTOVA - Come da tradizione, il Circolo Aziendale Dipendenti della Banca Agricola Mantovana propone per oggi alle ore 15 presso l’Auditorium della Banca in via Luzio la Festa di Santa Lucia.
Il pomeriggio sarà allietato dal fantastico spettacolo “Pulcinella libera tutti” di Giorgio Gabrielli.
La Festa, nonostante le limitate risorse a disposizione del Circolo, è stata fortemente voluta dal consiglio direttivo con in testa la vice presidente Chiara Steccanella che anche per questa edizione avrà il consueto livello qualitativo.
Un particolare ringraziamento da parte del CAD BAM va alla Direzione dell’Area Lombardia Sud ed Emilia Romagna del Monte dei Paschi di Siena che tanto si è prodigata per la realizzazione della manifestazione.
Al termine dello spettacolo saranno distribuiti doni a tutti i figli dei Soci Ordinari del CAD BAM.
Significativa la scelta dei dirigenti del Circolo Aziendale che devolveranno in beneficenza gli eventuali regali non ritirati subito dopo la “Festa” e comunque entro le ore 17:30 direttamente dai bambini o da loro rappresentanti.
Descrizione dello spettacolo
Pulcinella è la maschera più diffusa al mondo. Esportato da artisti italiani emigrati secoli fa arrivò ovunque: in Inghilterra si è trasformato in Mr. Punch, in Francia (Polichinelle), in Russia (Petruska), in Spagna (Don Cristobal), in Olanda (Punk), in Germania (Kaspar), in Iran (Mobarak), in Ungheria (Vitez-Lazlo) e ancora, in Grecia, in India, in Sud Africa, in Cina. In tutti questi Paesi la maschera è accomunata, oltre che da similitudini drammaturgiche, anche e soprattutto dal suono identico della sua voce, stridulo. Semplificando si potrebbe concludere che in realtà pulcinella sia un “tipo” universale, che nasce e si afferma autonomamente tra uomini e popoli. In questo spettacolo ritroviamo Pulcinella come forma terapeutica di un burattinaio ansioso, insicuro e con frequenti crisi di panico. Quest’ultimo, rivoltosi all’emerito dottor Balanzone, si sente propinare la sperimentale terapia ”pulcinellesca”: la psicoterapia consiste nell’indossare il burattino Pulcinella e lasciare che la psiche ne venga influenzata e condizionata a tal punto che le proprie paure prendano forma e vengano sbaragliate dallo stesso in baracca. Contro ogni previsione la terapia funziona poiché Pulcinella è un archetipo di vitalità, un antieroe ribelle e irriverente, sempre alle prese con le contrarietà del quotidiano, i nemici più improbabili e tutto ciò che spaventa l’uomo dalla notte dei tempi. Il Pulcinella di Gabrielli è quindi un protagonista assoluto, con il quale il burattinaio affronta e sconfigge, con soluzioni assurde ma sorprendentemente efficaci, tutte le paure e tutti gli avversari.
Domani sulla vostra “la Voce di Mantova” troverete un’intera pagina sulla Festa di Santa Lucia del Cad Bam.