+39 0376 262366

Via Cremona, 29
46100 Mantova, Italia.

triangle
Le nostre Attività

Le nostre Attività

Viaggio a Parigi

Cultura e Turismo

Un tuffo nella capitale francese in autunno

PARIS, TOUJOURS PARIS!
PARIS, TOUJOURS PARIS!

dal 9 al 13 ottobre 2019

 

CCome diceva la divina Audrey Hepburn nel film Sabrina, “Parigi è sempre una buona idea”. Non importa quante volte l’abbiate già visitata, e quante cose abbiate già visto, questa città troverà sempre il modo di incantarvi. Parigi è una città cosmopolita talmente ricca di monumenti, opere d’arte e cultura che visitarla in poco tempo sembrerebbe impossibile ma con un po’ di impegno, seguendo questo itinerario di cinque giorni, si potranno conoscere non solo i luoghi più famosi ma anche tanti gioielli sparsi per la città. A Parigi tradizione e innovazione convivono meravigliosamente. Basta passeggiare lungo i grandi viali alberati della città per rendersene conto, attraversando i numerosi quartieri-villaggio con l’immancabile panetteria e il fioraio, oppure gli imponenti boulevard che dal palazzo del Louvre portano dritti alla Défense. Con i suoi 2,27 milioni di abitanti (12 se si considera l’area metropolitana), Parigi è la città più grande di Francia: praticamente un francese su cinque vive qui. A tagliarla a metà, la Senna, che sulla Rive Gauche conserva il nucleo storico di Parigi, con l’Île de la Cité. Per passare da una sponda all’altra ci sono ben 37 ponti. Se oggi Parigi è una metropoli a livello mondiale, lo è grazie alla sua capacità di essere da sempre calamita per artisti, scrittori, dissidenti politici e anche per la sua multietnicità: la città è un crogiuolo di razze e culture, dove si parlano tutte le lingue del mondo e le sinagoghe sorgono accanto alle moschee. Ma per capire Parigi in un colpo d’occhio, bisogna salire i 1792 gradini del suo simbolo, la Tour Eiffel. Da qui si coglie la struttura radiocentrica della metropoli (i 20 arrondissement che dividono la città sono assegnati secondo una spirale che parte dal centro e gira in senso orario). Così, i boulevard indicano le varie fasi di crescita di Parigi, legati ai successivi ampliamenti delle cerchie murarie. Come gli anelli di un tronco di un albero, raccontano la storia della capitale a partire dalla fortificazione costruita da Filippo II Augusto nel Medioevo fino ai giorni nostri.
Abbiamo scelto un hotel molto centrale ed il volo di linea Air France con buoni operativi in modo da ottimizzare il primo e l’ultimo giorno di permanenza nella capitale francese. Sottolineiamo che ogni giorno avremo un pullman a disposizione per i nostri spostamenti ed una guida specializzata che ci accompagnerà durante tutte le nostre visite. Non lasciatevi perdere questa occasione per scoprire la “ville lumière”!

 

PROGRAMMA DI VIAGGIO:

 

1° giorno: Mercoledì, 9 ottobre 2019 – MANTOVA / arrivo a PARIGI
Ritrovo dei signori partecipanti a Mantova, Via Luzio (Auditorium ex Bam) per trasferimento riservato in aeroporto oppure direttamente all’aeroporto di Venezia. Dopo il disbrigo delle formalità, partenza per Parigi con volo di linea Air France AF1427 alle ore 11.50 con arrivo all’aeroporto Charle de Gaulle alle ore 13,40. Incontro con l’assistente in lingua italiana all’aeroporto di Parigi, sistemazione sul pullman riservato e visita guidata panoramica dei principali monumenti: Place de l’Opera, Place Vendome, Place de la Concorde, gli esterni de Les Invalides e della Tour Eiffel, l’Avenue Champs Elysees, l’Arc de Triomphe. Al termine, arrivo in hotel centrale e sistemazione nelle camere riservate.
Cena in ristorante a Parigi. Pernottamento.

2° giorno: Giovedì, 10 ottobre 2019 – PARIGI / CASTELLO DI CHANTILLY / PARIGI
Prima colazione in hotel quindi sistemazione sul pullman riservato che sarà a disposizione del gruppo per l’intera giornata. Partenza per la vicina Chantilly, nella Piccardia, a nord di Parigi per la visita dell’omonimo castello. Lo chateau, di proprietà della potente famiglia dei Montmorency, divenne particolarmente famoso all’epoca del regno di Luigi XIV di Francia per essere stato la residenza ufficiale dei principi di Condé, capeggiati da Luigi, il Grand Condé, uno dei personaggi chiave del periodo della Fronda. Al suo interno sono ospitate numerose opere di vari pittori, tra cui Raffaello, Botticelli, Filippino Lippi, Fra Angelico, Hans Memling, Van Dyck, Poussin, Veronese, Watteau ma anche Delacroix o Théodore Géricault; si può affermare con relativa certezza che in Francia il museo sia secondo soltanto al celeberrimo Museo del Louvre di Parigi. Contiene anche una ricca biblioteca con circa 30.000 libri, di cui 12.000 originali del passato, e 1.500 manoscritti tra cui le famose “Très riches heures du Duc de Berry” e il “Libro d’Ore di Étienne Chevalier”. Il castello ospita, dal 1982, il museo vivente del cavallo. Intorno al castello si gode della visuale di un immenso giardino alla francese ed in parte all’inglese. Winston Churchill, che lo visitò due volte nella sua vita, disse che «Il Castello di Chantilly è molto più bello di quello di Versailles», la Maison Christian Dior, che di castelli di Francia se ne intende, ci ha organizzato l’ultima sfilata, e il principe Amyn Aga Khan ha investito un patrimonio, per finanziare varie ristrutturazioni, stregato dal suo fascino. Dopo la visita guidata, pranzo nel ristorante “La Capitanerie”, all’interno del castello (bevande incluse) dove potremo gustare anche un dolce con la famosa crema Chantilly qui ideata. Dopo il pranzo rientro a Parigi. Pomeriggio dedicato alla visita di alcuni dei principali monumenti: gli esterni del Museo del Louvre, l’Ile de la Cité, la cattedrale di Notre Dame, la Sorbonne, il Quartiere Latino e di St Germain de Prés. Nota bene: seguito disposizione del comune di Parigi non è consentito l’accesso per i bus a l’Ile de la Citè. Pertanto per la visita di Notre Dame la guida farà scendere il gruppo ai Giardini del Lussemburgo (circa 20 / 25 minuti a piedi), attraversando ed assaporando la "vrai Paris" con una tranquilla passeggiata: il Quartiere Latino e il Boulevard St. Germain. Sosta per la visita guidata alla Sainte Chapelle. La Cappella, detta anche Sainte-Chapelle du Palais, situata a Parigi, nell’Île de la Cité, è uno dei più importanti monumenti dell’architettura gotica. Venne costruita per volere di Luigi IX come cappella palatina del medievale palazzo dei re di Francia al fine di custodirvi la Corona di spine, un frammento della Vera Croce e diverse altre reliquie della Passione che il sovrano aveva acquisito a partire dal 1239. È la prima di una serie di Saintes chapelles erette in Francia tra il XIII e il XVI secolo. Concepita come un vasto reliquiario quasi interamente vetrato, la Sainte-Chapelle parigina si distingue per l’eleganza e l’arditezza della propria architettura, che si manifesta attraverso una notevole altezza e la soppressione quasi totale della muratura al livello delle finestre della cappella superiore. Sebbene edificata speditamente, in meno di sette anni, la cappella non ha mai mostrato difetti di costruzione né gli elementi decorativi sono stati trascurati. Per quest’ultimo aspetto si è fatto particolare ricorso alla scultura, alla pittura e all’arte vetraria. È per le immense vetrate istoriate che, ancora oggi, la Sainte-Chapelle si fa ammirare nonostante abbia perso la sua funzione originaria dopo essere stata spogliata delle sue reliquie durante la Rivoluzione francese. La cappella è gestita dal “Centre des monuments nationaux”, che l’ha acquisita a titolo di donazione attraverso un arrêté del 2 aprile 2008. Servito dalla stazione della metropolitana Cité, il monumento ha accolto nel 2011 più di 900000 visitatori, risultando il terzo più visitato fra quelli gestiti dal Centre des monuments nationaux dopo Mont Saint-Michel e l’Arc de Triomphe. La Chapelle è iscritta nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Rientro in hotel.
Cena in ristorante. Pernottamento.

3° giorno: Venerdì, 11 ottobre 2019 – PARIGI / MARAIS / PLACE DES VOSGES / MUSEE COGNAC JAY / BATEAU MOUCHE
Prima colazione in hotel. Bus privato a disposizione per l’intera giornata. Visita guidata e passeggiata dedicata ad alcuni “passages couvertes”. I passages sono delle gallerie coperte, costellate di negozi, nate in gran numero nel corso del primo trentennio del XIX secolo. Tra XIX e XX secolo, aprirono a Parigi circa 150 passages, realizzati in gran parte con strutture metalliche e coperture di vetro, secondo le innovazioni architettoniche del tempo. In queste gallerie, proprietà di privati che potevano trarre dal loro affitto buone rendite, erano vendute mercanzie di vario tipo e, in particolare, quelle preziose stoffe indiane che avevano cominciato a essere importate a Parigi dopo la spedizione d’Egitto. A partire dagli ultimi decenni del XIX secolo, però, i passages entrarono in crisi a causa della nascita dei magasins des nouveautés (negozi di novità), ossia dei Grandi Magazzini, come i Printemps o le Galeries Lafayette, che offrivano, per la felicità delle donne, spazi commerciali ben più ampi e più lussuosi. Così, diversi passages andarono in rovina e, oggi, dei 150 d’un tempo non ne resta che una trentina, pronta, però, ad essere assaporata nella sua ecletticità dai visitatori più attenti. Pranzo libero. In seguito, passeggiata nel quartiere del Marais. Un giro nel Marais è d’obbligo quando si va a Parigi…è un quartiere delizioso con tanti negozietti, belle residenze e una tra le piazze più poetiche della città, la Place des Vosges. Il Marais deve il suo nome alla natura acquitrinosa dei terreni (marais è la parola francese per palude) sui quali venne edificato a partire dal XII secolo e dove, tra ‘500 e ‘600, la nobiltà parigina fece costruire una serie di hôtel particulier, residenze ancora presenti in quest’area, diversamente da altre zone della città ove successivi piani urbanistici segnarono la scomparsa delle grandi dimore nobiliari. Il Marais, oggi, è conosciuto anche per essere molto frequentato dalla comunità gay, che ha in questo quartiere i suoi locali più importanti. Tuttavia questo è soprattutto, e ormai da secoli, il quartiere ebraico. Se andate a rue des rosiers troverete una serie di pasticcerie e ristoranti tipici, con molti venditori di falafel e tutt’intorno una serie di stradine in cui si respira ancora l’atmosfera d’un tempo, diversa dalla calma eccessivamente “borghese” di altre zone del quartiere.
Visita guidata di una charmosa residenza (hotel particulier) nobiliare sede del Musèe Cognac Jay. Il museo espone la collezione privata d’arte europea del XVIII secolo lasciata in eredità alla città di Parigi da Ernest Cognacq e dalla moglie Louise Jay, fondatori dei grandi magazzini della Samaritaine. Il museo è ospitato nel magnifico Hôtel Donon, un bellissimo palazzo hôtel particulier nel cuore del Marais, e ricorda la vita raffinata del Secolo dei Lumi attraverso opere d’arte, oggetti preziosi e mobili d’epoca. I visitatori possono ammirare una collezione eccezionale di arte e oggetti decorativi, circa 1200, che vanno dalle porcellane di Sèvres alla pittura di epoca illuministica. Tra le opere presenti nel museo, risaltano quelle realizzate da artisti francesi quali Watteau, Chardin, Fragonard, Cézanne e Degas, ma anche le opere di Tiepolo, Guardi, Reynolds, Rembrandt e Canaletto. Rientro in hotel. Cena in ristorante. Dopo cena, crociera fluviale in notturna sulla Senna, a bordo di un “Bateau Mouce” per ammirare i monumenti illuminati. Pernottamento.

4° giorno: Sabato, 12 ottobre marzo 2019 – PARIGI / VERSAILLES / MUSEO D’ORSAY
Prima colazione in hotel. Bus privato a disposizione per l’intera giornata. Escursione e visita guidata di Versailles, la magnifica reggia che si trova a sud-ovest di Parigi, a circa 25 km dal centro città. Fu residenza per più di cent’anni della corte reale di Francia, la cui magnificenza si può ritrovare nei grandiosi arredi. Grazie alla genialità degli artisti che lo realizzarono e alla grandezza e personalità del suo committente, il re Luigi XIV, il castello di Versailles è tra i più sontuosi e celebri al mondo. Semplice casino di caccia all’epoca di Luigi XIII fu trasformato in splendido palazzo reale dal re Sole che vi trasferì la corte nel 1682 e rimase la sede ufficiale del potere sino alla Rivoluzione Francese. In seguito, la bella dimora reale fu trasformata in Museo dedicato alla Storia di Francia per volere di Luigi Filippo e nelle sue sale confluirono una serie di opere che testimoniano tutt’oggi i grandi eventi della storia francese. Una delle sale più suggestive della reggia è la galleria degli Specchi, che risplende nella luce riflessa dai suoi tanti specchi e nella bellezza dei suoi stucchi e delle pitture di Le Brun. Il grande parco che si estende alle spalle della reggia rappresenta una delle maggiori ricchezze di Versailles. Dalla finestra centrale della galleria degli specchi, si dispiega un panorama incantevole, che dai piedi del palazzo si estende a perdita d’occhio attraverso una lunga prospettiva impreziosita dal lavoro dell’architetto André Le Nôtre: fontane con sculture eleganti, giochi d’acqua, aiuole e canali. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita guidata del Museo d’Orsay. Al suo interno sono custodite le opere prodotte tra il 1848 e il 1914, appartenenti a diverse correnti artistiche, tra cui l’impressionismo, i cui capolavori hanno fatto la fama del museo. Al quinto piano, infatti, potrete ammirare le opere di grandi pittori come Monet, Cezanne, Renoir o Degas. Il museo è stato allestito, a partire dal 1977, all’interno di una vecchia stazione ferroviaria ormai fuori uso da anni e che si era persino pensato di demolire. Il progetto di trasformazione della stazione in museo fu affidato a Renaud Bardon, Pierre Colboc e Jean-Paul Philippon, mentre la sistemazione degli spazi interni all’architetto italiano Gae Aulenti. Quest’ultima ricavò, nell’ampio spazio interno, una navata centrale fiancheggiata da sale disposte su cinque piani, in modo da ottenere una vasta superficie di 17.000 m2 per l’esposizione delle opere e da non costringere il visitatore a passare attraverso decine di sale prima di raggiungere la sezione desiderata. Un’opera stupenda! Rientro in hotel. Cena in ristorante e pernottamento.

5° giorno: Domenica, 13 ottobre 2019 – PARIGI QUARTIERE DI MONTMARTRE / ITALIA
Prima colazione in hotel. Trasferimento in bus privato dall’hotel al Centro (dall’hotel alla base della collina di Montmartre). Visita guidata del quartiere di Montmartre. Passeggiata con la guida alla scoperta di uno dei luoghi più caratteristici di Parigi: la "butte" ossia la collina di Montmartre, dove si potranno ammirare la Basilica del Sacro cuore con la famosa scalinata bianca da cui si ha una bellissima vista sulla città, la piazzetta degli artisti, le tortuose stradine ricche di negozietti ed ateliers di artisti. Pranzo libero e tempo a disposizione dei partecipanti fino al momento di recarsi in aeroporto. Trasferimento quindi in bus privato dall’hotel all’aeroporto Charles de Gaulle, disbrigo delle formalità e partenza con il volo di linea Air France delle ore 21.20 per Venezia.

 

QUOTE DI PARTECIPAZIONE (minimo 25 adesioni):

COSTO DEL VIAGGIO
1.265,00 €
SUPPLMENTO CAMERA SINGOLA
385,00 €

 

ACCONTO
380,00 €
LA QUOTA COMPRENDE:
  • Volo di linea Air France dall’aeroporto di Venezia, tasse aeroportuali incluse (possono subire variazioni) + fuel/security charge;
  • Sistemazione in hotel 4 stelle centrale con servizio di pernottamento e prima colazione;
  • 4 cene in ristorante;
  • Visite guidate con guida specializzata, come da programma:
  • Escursione in bus e visita guidata al Castello di Chantilly con pranzo presso il ristorante dello chateau, bevande incluse;
  • Escursione in bus e visita guidata di Versailles, biglietto incluso;
  • Visita guidata del Museo d’Orsay, biglietto incluso;
  • Tour serale in battello sulla Senna con bateaux parisiens;
  • Assistente in lingua italiana all’aeroporto di Parigi;
  • Transfer in bus privato aeroporto/hotel/aeroporto;
  • Assicurazione medico bagaglio;
  • Auricolari per 5 giorni.

 

LA QUOTA NON COMPRENDE:
  • assicurazioni integrative (annullamento viaggio Euro 60,00 inclusi diritti di emissione. E’ facoltativa e deve essere sottoscritta all’atto di iscrizione al viaggio);
  • il trasferimento da Mantova all’aeroporto di Venezia e viceversa;
  • pasti quando non menzionati;
  • bevande ai pasti ad eccezione del ristorante presso il castello di Chantilly;
  • entrate a musei e monumenti anche quando la visita si svolge, da programma, all’interno di edifici che prevedono l’ingresso a pagamento (ad eccezione del Museo d’Orsay e Versailles);
  • mance, extra, facchinaggio e tutto quanto non espresso nella "quota comprende".

 

TERMINE ISCRIZIONI:
7 giugno 2019

 

REFERENTE CAD BAM:
Chiara Steccanella

 

NOTA BENE: ricordiamo che per poter partecipare alle manifestazioni del Cad Bam è necessario essere iscritti alla nostra associazione come Soci ordinari e/o Soci aggregati e/o Soci annuali. I Soci “Annuali” dovranno versare la quota di partecipazione tramite bonifico bancario sul conto corrente del “Circolo Aziendale Dipendenti Banca Agricola Mantovana” IBAN IT18I0103011503000010000226, causale “Viaggio a Parigi” solo nel caso non fossero correntisti di Banca Monte Paschi Siena.

INOLTRE: il Cad Bam non accetta prenotazioni telefoniche. E’ necessario iscriversi alla manifestazione esclusivamente tramite il modulo in calce alla circolare oppure tramite il nostro sito internet www.cadbam.it dove, dopo aver aperto la pagina della circolare interessata, troverete il modulo di iscrizione online. Per coloro che si recheranno direttamente alla sede del Circolo per il pagamento brevi manu, sarà necessario compilare in loco il modulo di iscrizione e lasciarlo alla nostra Segreteria (aperta dalle ore 9:00 alle ore 12:30 sabato e domenica esclusi). Qualora le richieste di partecipazione eccedano il numero di posti disponibili, come di consueto, i partecipanti verranno ammessi seguendo tassativamente l’ordine di iscrizione.

 

Per maggiori informazioni:
  • contattare la Segreteria del Cad Bam dal lunedì al venerdì dalle ore 9:0 alle 13:00, tel. 0376 262366;
  • inviare un messaggio di posta elettronica al seguente indirizzo: info@cadbam.it oppure chiara.steccanella@cadbam.it.